I nostri recapiti

SEDE CENTRALE E AMMINISTRATIVA

Viale G. Schiratti 1
33030 Majano (UD)
Tel. 0432 959020
Fax. 0432 948208

E-MAIL

udic81500t@istruzione.it

POSTA CERTIFICATA

udic81500t@pec.istruzione.it

i recapiti del plesso
tel. 0427 808511
archivio documenti
Accesso all'area riservata docenti per i documenti del plesso


home

Ultima modifica: lunedì, 4 Luglio 2016

Nell’anno scolastico 2015/2016 il progetto di plesso verterà sull’educazione alimentare infatti il titolo è “Cosa bolle in pentola?”. L’argomento verrà trattato nelle singole classi, ci sarà poi la partecipazione di tutta la scuola ad un teatro a tema e percorsi modulati per le varie età aventi a tema il cibo e la sua produzione (preparazione del pane , visita ad una latteria, ecc.). Esperti della ditta Sodexo, nell’ambito del piano di EDUCAZIONE ALIMENTARE proposto all’amministrazione comunale, animeranno dei giochi riguardanti la conoscenza della piramide alimentare e a fine anno ci sarà la gara del Mangiafrutta e Mangiaverdura, che decreterà la classe vincitrice in base al consumo giornaliero dei vegetali  offerti dalla refezione scolastica.

 

 

Aggiornamenti sulle attività delle singole classe nel menù a tendina, anno scolastico 2015/2016.

 

Il progetto di plesso “Musicando”, in continuità con quello svolto i precedenti anni scolastici, è stato attuato in ogni sua fase con la collaborazione dell’esperto, maestro Zorzini Carlo.
La finalità del percorso è stata quella di promuovere il valore formativo della musica dal punto di vista creativo, affettivo, relazionale e di educazione alla cittadinanza, per permettere ad ogni alunno di acquisire competenze trasversali di attenzione, autocontrollo, espressione e comunicazione.


Il progetto quindi si è realizzato in due fasi: una prima parte di apprendimento degli elementi del linguaggio musicale con esercizi di percezione uditiva e imitazione dell’evento sonoro, vocalizzi per lo sviluppo di risonanza ed estensione vocale, giochi di coordinazione gesto-suono-ritmo, scansioni ritmiche e canti. Il 21 dicembre, in occasione del Natale, tutte le classi si sono esibite in un breve concerto corale a cui hanno assistito anche i genitori e i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale e religiosa.

Nella seconda parte gli alunni hanno lavorato per la preparazione di un musical in due atti. Il progetto si è concluso con lo spettacolo di fine anno svoltosi il 12 giugno nella sala parrocchiale “M. Antonio Murero” di Forgaria, alla presenza dei genitori, delle autorità scolastiche e comunali.

 

Anche quest’anno si sono tenuti diversi incontri tra i vari ordini di scuola (primaria – secondaria / primaria – infanzia) per conoscere le scuole e far conoscere i compagni e le insegnanti ai futuri alunni della primaria e della secondaria di primo grado, dando loro un assaggio di alcune attività che vengono svolte durante l’anno.

 

SCUOLA PRIMARIA DI FORGARIA – SCUOLA DELL’INFANZIA DI CORNINO

Attraverso la L2 (inglese), – da ottobre a maggio – i bambini si sono incontrati nelle rispettive scuole, a volte a Cornino, altre a Forgaria, ed hanno cantato e drammatizzato canzoncine e filastrocche, ascoltato delle storie e realizzato degli elaborati grafici sui temi delle principali festività dell’anno, alcune anglosassoni (Halloween), altre in comune tra le due culture (Christmas, Father’s day, Easter, Mother’s day).

Gli incontri, in particolare quello in occasione della Pasqua con la “Easter egg hunt”- caccia all’uovo -, sono stati, per gli alunni dell’infanzia, occasione per conoscere gli spazi della scuola e prendere confidenza con l’ambiente.

SCUOLA PRIMARIA DI FORGARIA – SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DI FORGARIA

Le attività di continuità si sono svolte su più giornate, da ottobre a gennaio, con incontri di un’ora ciascuno.
Le discipline interessate sono state la Geografia e la L2 (inglese).

Gli incontri di L2 sono stati due e le tematiche affrontate le seguenti: Presentarsi/dire la propria provenienza e nazionalità – costruzione di un passaporto;
– L’alfabeto e le parole- gioco di gruppo di produzione orale;
Gli incontri di geografia sono stati quattro ed incentrati sul metodo di studio:
– Lettura e comprensione del testo, ricerca e sottolineatura, schematizzazione delle informazioni ed esposizione orale – 

 

 

La protezione civile a scuola

Tutti gli alunni della scuola Primaria di Forgaria hanno seguito con interesse due interventi del signor Giorgio Visintini coordinatore del servizio di volontariato e della struttura che cura i rapporti di volontariato e le emergenze per le province di UD, GO e TS che grazie a coinvolgenti spiegazioni ed immagini interessanti ed esclusive ha fatto capire cos’è la protezione civile, quali sono le calamità naturali ed artificiali, quali sono i comportamenti da tenere e quali da evitare in caso d’incendio e di terremoto, approfondendo soprattutto quest’ultimo aspetto.

 Per far capire anche ai più piccoli come avvengono i terremoti ha paragonato la struttura del nostro pianeta alle parti che compongono una pesca: il nocciolo è il nucleo, la polpa il mantello di rocce fuse e la buccia è la crosta terreste; il continuo movimento dei continenti causa la frattura delle parti di crosta più deboli ed è lì che si formano i terremoti. Il signor Giorgio, poi, ha spiegato che i terremoti si misurano con degli strumenti chiamati sismografi e che uno dei più antichi era una specie di vaso cinese con delle piccole teste di drago ed all’interno delle bocche dei draghi c’erano delle biglie che cadevano da un lato o dall’altro del vaso in base al punto da cui proveniva la scossa – l’epicentro -.

Oggi i sismografi sono più evoluti e registrano tutti i movimenti che avvengono attraverso un pennino; per “misurare” i terremoti ci si è serviti prima della scala Mercalli, che si basa sui danni che il terremoto fa, poi di quella Richter che calcola l’energia che le scosse di terremoto liberano, cioè la magnitudo.

È stato interessante, soprattutto, sentire le spiegazioni sugli addestramenti e sui salvataggi fatte della signora Chiara, rappresentante dell’unità cinofila e le testimonianze del signor Giorgio degli interventi che assieme alla protezione civile ha fatto negli anni in diverse parti d’Italia e del Mondo per alluvioni e terremoti…ci ha raccontato che il primo suo intervento fu proprio per il terremoto del Friuli del 1976 ed il primo luogo in cui si recò fu proprio Forgaria.

La scuola alla sede della protezione civile

Questo interessante percorso si è completato con la partecipazione della classe quinta alla GIORNATA TRANSFRONTALIERA SULLA CONSAPEVOLEZZA DEI RISCHI NATURALI PER LE SCUOLE. Venerdì primo marzo, presso la sede della protezione civile di Palmanova, gli alunni hanno potuto visitare diversi spazi della struttura come la centrale operativa dell’arpa e quella del 112, hanno visto da vicino un elicottero di soccorso e, in video conferenza con le classi di alcune scuole della Croazia e delle Marche, hanno raccontato, anche in lingua inglese, ciò che hanno imparato sui temi trattati dal signor Giorgio durante questi arricchenti interventi.